es Español

L'euro digitale in Parlamento

"Così come è avvenuto con la liberalizzazione di altri monopoli regolamentati, la concorrenza nei servizi di pagamento non solo garantirà una migliore erogazione dei servizi attuali, ma emergeranno nuovi servizi che oggi non possiamo nemmeno immaginare"
Patricia Blanquer nell'emiciclo.

È la prima volta che l'euro digitale viene discusso nel parlamento spagnolo. E nessuno dei rappresentanti del popolo spagnolo si è espresso contro questo progetto. Quasi tutti ne hanno evidenziato gli aspetti positivi.

E il fatto è che l'Euro Digitale è uno strumento molto importante per introdurre la concorrenza nei servizi di pagamento. Significherà che molte iniziative private potranno fornire i propri servizi con denaro digitale pubblico e sicuro a cui ora hanno accesso solo le banche. La liberalizzazione dei servizi di pagamento sarà una trasformazione molto importante delle nostre economie e, ovviamente, interessa tutti i cittadini qualunque sia la loro ideologia.

Gli effetti dell'introduzione della concorrenza nei servizi di pagamento saranno positivi per tutti, come è avvenuto in altri settori economici come le telecomunicazioni o il trasporto aereo. Da un lato, la concorrenza renderà i servizi di pagamento, ora lenti e costosi, più veloci ed economici, anche gratis, come ora è l'invio di messaggi o video da WhatsApp. D'altra parte, l'attuale situazione di monopolio regolamentato lascia senza servizio tutti coloro che non hanno un conto in banca, come i giovani.

Ma la cosa più importante è quella la competizione tra iniziative private è la fonte dell'innovazione. La cosa peggiore dei monopoli non è che forniscono servizi inefficienti e più costosi, ma che impediscono o ritardano le innovazioni. Pertanto, allo stesso modo di quanto avvenuto con la liberalizzazione di altri monopoli regolamentati, La concorrenza nei servizi di pagamento non solo renderà migliori i servizi attuali, ma emergeranno nuovi servizi che oggi non possiamo nemmeno immaginare. Un esempio è stata l'esplosione di nuove funzionalità nei telefoni cellulari.

È molto positivo che i rappresentanti dei cittadini spagnoli inizino a parlare dell'Euro digitale perché i suoi effetti saranno molto importanti. Alcuni politici ritengono che, poiché gli affari europei hanno le loro istituzioni - la Commissione, il Consiglio, il Parlamento o la stessa Banca centrale europea - questi temi non dovrebbero essere discussi nei parlamenti nazionali. È un errore. Il confronto su temi che hanno ricadute importanti sui cittadini non toglie nulla al lavoro che devono svolgere le istituzioni europee e, al contrario, avvicina il dibattito alla società civile.

La trascrizione del dibattito sulla proposizione non di diritto si legge in pagine da 41 a 49 di questo Diario di sessione

Se l'articolo è stato interessante per te,

Ti invitiamo a condividerlo sui Social Network

L'euro digitale in Parlamento
Twitter
LinkedIn
Facebook
E-mail

Chi l'Autore

Miguel A. Fernández Ordónez

Miguel A. Fernández Ordónez

Economista di Stato. Ex governatore della Banca di Spagna e membro del consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE). Attualmente insegna Seminari sulla politica monetaria e la regolamentazione finanziaria presso IEUniversity.

Lascia un commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Altri articoli di questo autore

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.