es Español

Imperi iberici in epoca moderna. Alcune riflessioni sulla globalizzazione – Sessione di sintesi

"Lo scorso 13 gennaio abbiamo festeggiato in Fide, nell'ambito del forum Lezioni di storia: Uomini, fatti e storie, la sessione sugli imperi iberici nell'età moderna. Alcune riflessioni sulla globalizzazione"

Fide ha convocato questa sessione con l'obiettivo di analizzare la globalizzazione come un fenomeno con molti epicentri in cui gli imperi - e in particolare gli imperi portoghese e spagnolo - sono stati attori decisivi sin dal XV secolo.

In questa sessione sono state analizzate le forze che hanno contribuito a questo processo, sia dalla Spagna e dal Portogallo che da altre aree e imperi del pianeta -spesso dimenticate dal punto di vista europeo ma la cui importanza nella globalizzazione è anche degna di considerazione-, nonché il coordinate in cui si mossero entrambe le formazioni imperiali, unite nella corona degli Asburgo spagnoli in un periodo decisivo di detto processo (1580-1640/69). Allo stesso modo, il professor Yun ha sottolineato l'importanza degli attori sociali non necessariamente subordinati agli imperi ma che erano centrali nella prima globalizzazione, come quelli delle diaspore -ebrei, armeni e altri- o degli ordini religiosi e delle reti di mercanti asiatici ed europei.

In questa prospettiva, c'era l'opportunità di approfondire il processo di costruzione di un mondo globalizzato, nonché i problemi che questo rappresentava per varie parti del mondo e, in particolare, per gli stessi imperi iberici. Sebbene la presentazione e l'approccio al dibattito si siano incentrati su questioni di natura storica, si è cercato di sollevare alcune riflessioni e proposte che contribuiscono alla comprensione del difficile rapporto tra globalizzazione e imperi fino ad oggi.

La dimensione storica del processo di globalizzazione ha attirato l'attenzione di molti storici negli ultimi anni. È particolarmente interessante nel contesto iberico, visto il protagonismo che avevano in esso sia la Spagna che il Portogallo. Il professor Yun-Casalilla ha offerto nel suo intervento un panorama completo, sia cronologico che spaziale, dei diversi circuiti che stavano tessendo questa rete di relazioni a livello planetario, non solo da agenti economici ma anche da altri. Erano entrambi terra e mare; a lunga e a breve distanza, e si diffusero sia da est a ovest che in direzione opposta dal Medioevo ai giorni nostri. In questo senso, il professor Yun ha dedicato particolare attenzione all'incorporazione della Cina in questo processo, nonché all'impatto qualitativo e quantitativo che ha avuto sul pianeta.

Abbiamo nella sessione con l'intervento di Bartolomé Yun-Casalilla, Professore di Storia Moderna, Università Pablo Olavide di Siviglia e la moderazione del Direttore del Forum, Juan E. Gelabert Gonzalez, Professore di Storia Moderna, Università della Cantabria.

Lettura consigliata:

  • Giovanni Darwin, Dopo Tamerlano: La storia globale dell'impero dal 1405 (Londra: Blumsbury, 2008).
  • John H. Elliott, Imperi del mondo atlantico. Spagna e Gran Bretagna in America, 1492-1830, (Madrid: Toro, 2006).
  • Bartolome Yun Casalilla, Gli imperi iberici e la globalizzazione dell'Europa (Barcellona: Gutenberg Galaxy, 2019).

Link di interesse:

Se l'articolo è stato interessante per te,

Ti invitiamo a condividerlo sui Social Network

Twitter
LinkedIn
Facebook
E-mail

Lascia un commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.