es Español

Gruppo di lavoro

Diritto del lavoro

Perché?

La necessità di una nuova regolamentazione giuridica non si pone come l'ennesima riforma del lavoro, legata a una certa opzione politica e legata al suo destino in ogni cambio di legislatura o in ogni cambio di colore politico del Governo. Il quadro giuridico proposto per i rapporti di lavoro, che certamente richiede una riforma sistematica e approfondita dell'attuale regolamento, vuole essere consensuale, chiaro, completo e stabile nelle sue linee e istituzioni di base, considerato essenziale per la certezza del diritto lavoratori e datori di lavoro, assestamento e consolidamento giurisprudenziale e dottrinale, certezza del resto degli operatori e credibilità generale e fiducia del sistema giuridico e istituzionale.

Le conclusioni che riportiamo di seguito sono state tratte dai contributi e dagli interventi di tutti i partecipanti al gruppo e degli esperti invitati, che sebbene logicamente non rappresentino l'opinione unanime di tutti, in particolare sulle cause profonde di Alcuni dei i problemi attuali e le loro soluzioni rispecchiano le tematiche su cui si è incentrato il dibattito tra specialisti di diverse materie (giuristi, economisti, sociologi) e professionisti di varie professioni (magistrati, professori universitari, avvocati, direttori risorse umane, responsabili del personale della Pubblica Amministrazione). Amministrazione ...). Dopo una prima serie di conclusioni generali sulla legislazione del lavoro, le conclusioni successive, fino a un totale di cinquantacinque, sono collegate alle aree tematiche di base di detta legislazione, senza entrare nel campo della sicurezza sociale: assunzioni, contrattazione collettiva, flessibilità interna misure, licenziamento, rappresentanza e partecipazione dei lavoratori in azienda. Allo stesso modo, queste conclusioni del gruppo “FIDE”, plurale nella sua composizione e slegate da alcun partito politico, sono formalmente e materialmente legate al dibattito accademico e professionale aperto in altri paesi dell'Unione Europea sulla situazione della legislazione del lavoro dopo il lungo e periodo profondo di crisi economico-finanziaria, sul diritto del lavoro, sul ruolo del diritto nella regolamentazione del lavoro e dei rapporti di lavoro, dei sindacati e delle associazioni di imprese.

pubblicazioni

PER UN NUOVO QUADRO LEGISLATIVO DEL LAVORO.
CONCLUSIONI DEL GRUPPO FIDE SU UN NUOVO ORDINE GIURIDICO CONVENUTO DEI RAPPORTI DI LAVORO E DI LAVORO

Madrid. 1 dicembre 2016

Il gruppo di riflessione e dibattito "FIDE" propone un ordinamento consensuale dei rapporti di lavoro con l'obiettivo di occupazione, lavoro di qualità, produttività e competitività.

Di seguito sono riportate le conclusioni tratte dai contributi e dagli interventi di tutti i partecipanti a detto gruppo e degli esperti che sono stati invitati, che sebbene logicamente non rappresentino l'opinione unanime di tutti, in particolare sulle cause profonde di alcuni dei problemi attuali e sul loro le soluzioni rispecchiano i temi sui quali si è concentrato il dibattito tra specialisti di diverse materie (giuristi, economisti, sociologi) e professionisti di varie professioni (magistrati, professori universitari, avvocati, direttori risorse umane, dirigenti del personale della Pubblica Amministrazione…).

Hanno partecipato a questo gruppo di lavoro: 

  • Jordi Agustí Julià, Magistrato della Sezione IV della Corte Suprema;
  • Carlos Luis Alfonso Mellado, professore di diritto del lavoro e previdenza sociale presso l'Università di Valencia - Studi generali;
  • Ricardo Bodas Martín, presidente della sezione sociale del tribunale nazionale;
  • Martín Borrego Gutiérrez, Direttore generale della Fondazione Interconfederal Mediation and Arbitration Service (SIMA);
  • Esteban Ceca Magán, Presidente e Socio fondatore di Ceca Magán Abogados SL;
  • Juan Chozas Pedrero, direttore delle risorse umane di Bankia;
  • Jesús Cruz Villalón, Professore di Diritto del Lavoro e Previdenza Sociale all'Università di Siviglia e Direttore di detto Dipartimento;
  • Carlos de la Torre García, Of Counsel presso il Dipartimento del Lavoro di Baker & Mckenzie;
  • Ignacio García-Perrote Escartín, partner del dipartimento del lavoro di Uría Menéndez, professore di diritto del lavoro e sicurezza sociale all'UNED;
  • Román Gil Alburquerque, partner di Sagardoy Abogados;
  • Valeriano Gómez Sánchez, ricercatore presso il Centro di studi sul lavoro della Fondazione Ortega Marañón ed economista presso A25 Abogados & Economistas;
  • Francisco González de Lena Álvarez, capo di gabinetto del presidente del Consiglio economico e sociale;
  • Fermín Guardiola Madera, Partner di Baker & McKenzie SLP;
  • Concha Gutiérrez del Castillo, ispettore del lavoro e della previdenza sociale;
  • Álvaro Hernando de Larramendi, Socio Fondatore dello Studio Legale Ejaso;
  • Cristina Jiménez Savurido, magistrato in aspettativa. Presidente della Fondazione FIDE;
  • Ciríaco Hidalgo, responsabile delle relazioni con il governo presso SEAT;
  • Juan Ignacio Lamata Cotanda, avvocato di El Corte Inglés;
  • Luis Fabián Márquez Sánchez, Presidente della Società Analisti di Relazioni Industriali SA (Arinsa);
  • Pilar Menor Sánchez, partner responsabile del dipartimento di diritto del lavoro di DLA Piper Spain SLU;
  • Cristóbal Molina Navarrete, Professore di diritto del lavoro e della previdenza sociale, Università di Jaén;
  • Fernando Moreno Piñero, avvocato. Direttore di Arinsa;
  • Luis Pérez Capitán, Direttore delle relazioni sindacali dell'Iberia;
  • Marta Pérez Pertejo, capo dell'area lavoro dei servizi legali aziendali della società statale Correos y Telégrafos;
  • Luz Rodríguez Fernández, Professore Associato di Diritto del Lavoro e della Previdenza Sociale presso l'Universidad Castilla La Mancha;
  • Fernando Salinas Molina, Magistrato della Corte Suprema;
  • María Luisa Segoviano Astaburuaga, Magistrato della Sezione IV della Corte Suprema;
  • Antonio Sempere Navarro, Magistrato di Sezione IV, Corte di Cassazione;
  • Fernando Valdés Dal Re, magistrato della Corte costituzionale;
  • Agustín Vaquero Gallego, Direttore dei programmi presso il Ministero del lavoro e della previdenza sociale;
  • Rosa María Virolés Piñol, Magistrato della Corte Suprema, Sezione IV;
  • Rosa Zarza Jimeno, Managing Partner del Dipartimento del Lavoro di Garrigues, Madrid.

 

Tutte le persone che hanno partecipato a questo Gruppo di lavoro Fide, lo hanno fatto a titolo personale e non per conto di Enti, Uffici, Tribunali, Università, Società o Ministeri, dove svolgono la propria attività professionale, pertanto le presenti conclusioni fanno non riflettere e non includere posizioni istituzionali, ma piuttosto particolari di ciascuno dei membri del gruppo.

Eco in Press

Riviste «Diritto dei rapporti di lavoro», Lefebvre El Derecho: includono il lavoro del gruppo Fide e altri articoli correlati

Notizia:

Massimo interesse per la conferenza tenutasi oggi a Mérida sulle Conclusioni del Gruppo Fide su un nuovo ordinamento giuridico consensuale del lavoro e dei rapporti di lavoro

Giugno 9 2017

La Foundation for Research on Law and Business (FIDE) e il Ministero dell'Istruzione e del Lavoro, Direzione Generale del Lavoro della Junta de Extremadura, hanno organizzato a Mérida una conferenza in cui il Documento delle Conclusioni raggiunto dal Gruppo Fide, su un nuovo ordinamento giuridico consensuale del lavoro e dei rapporti di lavoro.  

Leggi tutto l'articolo

Notizia:

Massimo interesse per la giornata di dibattito a San Sebasitán sulle Conclusioni del Gruppo Fide su un nuovo ordinamento giuridico consensuale del lavoro e dei rapporti di lavoro

Gennaio 19 2017

La Foundation for Research on Law and Business (FIDE) e il Collegio Ufficiale dei Laureati Sociali di Gipuzkoa, hanno organizzato a Mérida, una conferenza in cui hanno analizzato e dibattuto il Documento di Conclusioni raggiunto dal Gruppo Fide, su un nuovo consensuale legale ordinamento del lavoro e rapporti di lavoro.  

Leggi tutto l'articolo

Direttore del gruppo

Maria Emilia Casas

Professore ordinario di Diritto del lavoro e della previdenza sociale. Presidente emerito della Corte costituzionale. Consigliere di Stato elettivo. Membro del Consiglio Accademico della Fide.

Coordinamento accademico: Victoria Dal Lago

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.