es Español

Gruppo di lavoro

Legge regolamentare

Perché?

A causa della sua stessa novità, il diritto regolamentare è una legge non ancora ben definita e sistematizzata. Gli studi in questo settore sono generalmente settoriali. Ecco perché si sono svolte cinque sessioni in cui hanno riflettuto sugli aspetti fondamentali e costitutivi del Diritto Regolatorio con la partecipazione di legali pratici che mancano e apprezzano la riflessione con uno sforzo sistematico in cui possono trovare misura e significato al loro conoscenza diretta, generalmente legata a una legislazione altamente settoriale e in continua evoluzione

Aree di lavoro

Caratterizzazione e contenuto della normativa normativa
Caratteri dei settori che identificano e modellano il diritto normativo
Gli obiettivi e gli strumenti della normativa normativa su questi settori
Poteri regolatori
Le fonti del diritto regolamentare
Formule e strumenti giuridici di regolamentazione
Controllo giudiziario e formule alternative di risoluzione delle controversie

pubblicazioni

GRUPPO DI LAVORO LEGGE NORMATIVA FIDE: CONCLUSIONI E PROPOSTE

Questo gruppo di lavoro ha organizzato più sessioni di lavoro con avvocati, rappresentanti dell'amministrazione e agenzie di regolamentazione per contribuire con la loro conoscenza e riflessione in questo gruppo di lavoro. Il Gruppo si è riunito in Fide in cinque sessioni di lavoro, da ottobre 2016 a febbraio 2018 e ha focalizzato la propria analisi e riflessione sui seguenti temi: Caratterizzazione e contenuto del Diritto Regolatorio, Caratteristiche dei settori che identificano e modellano il diritto Regolatorio, Gli obiettivi e le modalità di diritto regolamentare su questi settori, I poteri regolatori, Le fonti del diritto regolamentare, Formule e strumenti giuridici di regolamentazione e Controllo giudiziario e formule alternative per la risoluzione dei conflitti

1a proposta: “Fermo restando che la selezione finale corrisponde a organi politici (Parlamento e / o Governo) democraticamente legittimati -, tutti i membri degli organi di regolazione devono essere scelti con criteri che ne garantiscano la professionalità, previo intervento di commissioni tecniche, e quel valore al di sopra di tutti i tuoi esercizi e prestazioni precedenti ”.
 
2a proposta: “Valutare la convenienza di separare gli organismi di regolamentazione e di concorrenza in agenzie diverse; assicurare i meccanismi di interazione (valutazione di mercato, report non vincolanti ma che comportano l'obbligo di motivare i diversi criteri) ”.

3a proposta: "La ripartizione delle funzioni tra gli organi di regolazione e l'Amministrazione generale dello Stato, deve rispondere a criteri omogenei in tutti i settori, che offrano certezza giuridica e consentano il consolidamento di concetti, tecniche e anche procedure e organi simili".
 
4a proposta: “Ridurre il più possibile l'uso del regio decreto legge. La determinazione dei moduli, dei prezzi e di altri elementi di mercato deve essere lasciata alle decisioni delle autorità di regolamentazione ".
 
5a proposta: “Il Parlamento deve analizzare le principali determinazioni strategiche che possono incidere in modo duraturo sugli investimenti nei settori: o attraverso una pianificazione non vincolante, ma guidando gli organi di regolamentazione (in modo che possano ragionevolmente discostarsene), sia attraverso l'approvazione da parte del Parlamento di piani pluriennali degli organi di regolazione, o tramite strumenti similari ”.
 
6a proposta: "La legge sulla giurisdizione contenzioso-amministrativa dovrebbe essere riformata in termini di procedure di" distribuzione ", esecuzione di contratti privati ​​con elementi pubblici e ampliamento dei poteri degli organi giurisdizionali nel processo di esecuzione: o, se del caso, consentire una procedura di esecuzione abbreviata davanti al regolatore, con supervisione giudiziaria.

Hanno partecipato a questo gruppo di lavoro: 

  • Prigione di Jesus Avezuela, Amministratore delegato, Fondazione Pablo VI, Of Counsel Squire Patton Boggs; 
  • Mariano Bacigalupo Saggese, Professore di diritto amministrativo (UNED), membro della commissione di ricorso dell'Agenzia europea per la cooperazione fra i regolatori nazionali dell'energia (ACER). Membro del Consiglio Accademico della Fide; 
  • Raquel Ballesteros Pomar, Avvocato partner, Bird & Bird, Dipartimento di diritto amministrativo, Appalti pubblici ed Energia; 
  • Dimitry Berberoff Help, Magistrato della Terza Sezione della Corte Suprema; 
  • Helmut Brokelman, Managing Partner, Martínez Lage, Allendesalazar & Brokelmann Abogados; 
  • Dolors Canals Ametller, Professore di diritto amministrativo, Facoltà di giurisprudenza dell'Università di Girona; 
  • Juan Antonio Carrillo Donaire, Professore accreditato di diritto amministrativo. Partner di SdP Estudio Legal; 
  • Javier Cepeda Morras, Responsabile SSJJ Naturgy Renovables; 
  • Joaquín de Fuentes Bardají, Partner responsabile del dipartimento di diritto pubblico di Alemany, Escalona e de Fuentes; 
  • Juan de la Cruz Ferrer, Partner, López Rodó e Cruz Ferrer Abogados;
  • Iñigo del Guayo Castiella, Professore di diritto amministrativo presso l'Università di Almería; 
  • José Esteve Pardo, Professore di diritto amministrativo, Università di Barcellona; 
  • Santiago Garrido de las Heras, Partner di Hogan Lovells; 
  • Jose Gimenez Cervantes, Partner, Linklaters, specialista in materia di diritto amministrativo, contrattualistica amministrativa, urbanistica, patrimonio delle amministrazioni; 
  • Guillermo González de Olano, Direttore legale di Suez Agua; 
  • Alejandro Jimenez Marconi, Direttore legale di Suez-Spagna; 
  • Jose Carlos Laguna de Paz, Professore di diritto amministrativo, Università di Valladolid; 
  • Pablo Lucas Murillo de la Cueva, Magistrato della Camera del contenzioso amministrativo, Corte suprema; 
  • Mariano Magide Herrero, Partner, Uría Menéndez. Professore Associato Collaboratore ICADE-UPCO; 
  • Pablo Mayor Menendez, Partner, Allen & Overy. Procuratore di Stato in aspettativa; 
  • Juan José Montero Pascual, Of Counsel, Martínez Lage, Allendesalazar & Brokelmann Abogados;
  • José Antonio Morillo-Velarde, Capo del dipartimento legale, porti statali, ministero dello sviluppo; 
  • José Vicente Morote Sarrión,Partner-Direttore dello Studio Legale Amministrativo e Regolatorio, Andersen Tax & Legal Iberia SLP; 
  • Jose Luis Palma Fernandez, Partner, Gómez-Acebo e Pombo;
  • Javier Puertas Rodriguez, Direttore Legale Area Manager Centro Nord, area concessioni, Gruppo Suez; 
  • Isabel Puig Ferrer, Direttore delle politiche pubbliche, Banco Santander-Spagna; 
  • Mª Amparo Salvador Armendariz, Professore di diritto amministrativo, Università di Navarra; 
  • Javier Ramirez Iglesias, Legal Vice President e Associate General Counsel di HP in tutto il mondo. Membro del Consiglio Accademico della Fide; 
  • Marina Serrano González, Of Counsel del Dipartimento Contenzioso, Settore Pubblico e Regolamentazione, Pérez-Llorca; 
  • Santiago Soldevila Fragoso, Magistrato del Tribunale Nazionale;
  • Jose Ignacio VegaLa bellezza, Partner responsabile del Dipartimento di diritto pubblico e settori regolamentati, Ramón y Cajal Abogados;
  • Juan Velazquez Saiz, Professore di diritto costituzionale, Instituto de Empresa;
  • Fernando Villena Adiego, Responsabile della consulenza legale, Dipartimento di regolamentazione e consulenza legale, Energya VM.

 

Tutte le persone che hanno partecipato a questo gruppo di lavoro Fide lo hanno fatto a titolo personale e non per conto degli enti, uffici, Università o società, dove svolgono la propria attività professionale, pertanto tali conclusioni non riflettono e non rispecchiano raccogliere posizioni istituzionali ma specifiche di ciascuno dei membri del gruppo.

Amministratori del gruppo

Jose Esteve Pardo

Professore di diritto amministrativo presso l'Università di Barcellona

Juan Velazquez Saiz

Professore di diritto costituzionale presso l'Instituto de Empresa
Coordinamento accademico: Victoria Dal Lago

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.