es Español

Gruppo di lavoro internazionale

Il ruolo chiave della mediazione

Perché?

El gruppo di lavoro "Il ruolo chiave della mediazione", composto da professionisti nel campo della mediazione provenienti dalla Spagna e dall'America Latina, è stato configurato per riflettere sui vantaggi della mediazione e della gestione degli accordi negoziati, esplorare l'esperienza di professionisti di altri paesi di lingua spagnola su questa formula, e la necessità di ricorrere a meccanismi alternativi di risoluzione dei conflitti che evitino il ricorso ai tribunali, vista la saturazione che stanno attualmente vivendo.

Dopo la prima fase di studio del GT (2020), si è concluso che, sebbene la mediazione in America Latina e in Spagna abbia generalmente una regolamentazione sufficiente, il suo utilizzo per risolvere le controversie commerciali rimane piuttosto limitato. Ciò è probabilmente dovuto a fattori culturali o alla mancanza di promozione.  

Ecco perché la seconda fase (2022) dello studio del WG sarà incaricata di valutare e determinare quali sono quei fattori che limitano il ricorso alla mediazione da parte di aziende e professionisti. A tal fine abbiamo redatto un sondaggio rivolto ai dirigenti d'azienda nonché ad altri professionisti legati alla mediazione (avvocati di studi legali, avvocati in casa, mediatori, giuristi, professori e accademici legati alla mediazione). 

I risultati dell'indagine ci forniranno maggiore chiarezza sul contesto in cui si sta sviluppando la mediazione; vale a dire: (i) la portata del ricorso alla mediazione nei diversi paesi (in che misura viene utilizzata); (ii) quali sono i motivi per cui non si ricorre più alla mediazione; e (iii) cosa manca alle aziende per sentirsi sicure nell'usare la mediazione. 

La pandemia globale causata dal coronavirus ha costretto i governi ad adottare una serie di misure straordinarie per gestire la grave crisi sanitaria che i Paesi stanno affrontando. Queste misure sono generalmente consistite nel confinamento della popolazione per cercare di ridurre il tasso di contagi e per non far crollare le infrastrutture sanitarie, nonché per limitare drasticamente tutte quelle attività ritenute non essenziali.

Stiamo assistendo a una situazione senza precedenti le cui conseguenze sociali, economiche e legali saranno con noi per molto tempo.

La forte contrazione della domanda imposta dalle circostanze sta seriamente compromettendo la capacità di molte aziende di adempiere ai propri obblighi, ponendole di fronte all'impossibilità di continuare a rispettare i propri contratti o di fronte alla necessità di modificarli o sospenderne temporaneamente l'esecuzione, pur mantenendo situazione eccezionale che viviamo.

Sia gli organi di governo della magistratura che gli studi legali si preparano alla valanga di cause legate ai contratti interessati dai provvedimenti adottati a seguito dell'emergenza sanitaria che si annuncia all'orizzonte.

Aree di analisi

Analisi comparativa della legislazione in alcuni paesi dell'America Latina dei meccanismi di conciliazione e mediazione

Canali di comunicazione, diffusione e meccanismi più adeguati che consentono alle aziende di sapere come si svilupperà nella pratica la mediazione.

Rappresentanza dei clienti nella mediazione e ruolo dell'avvocato

pubblicazioni

Fase 1

Conclusioni Gruppo di lavoro internazionale Il ruolo chiave della mediazione

Nella 1a fase, sotto la direzione di Carlos Gutierrez, Chief Litigation Officer presso Siemens Gamesa Renewable Energy, SA È stata condotta un'analisi comparativa della normativa di alcuni paesi dell'America Latina sui meccanismi di conciliazione e mediazione, individuando differenze e somiglianze che ci consentiranno in seguito di formulare proposte per promuovere l'utilizzo di detti meccanismi. Le legislazioni analizzate sono quelle di Ecuador, Messico, Perù, Argentina, Cile, Panama, Uruguay, Colombia, Brasile, Paraguay, Spagna e Regno Unito.

Fase 2

STUDIA:

Il parere degli utenti in merito al ricorso alla mediazione nei conflitti civili e commerciali

Nella sua 2a Fase, il GL si è posto la sfida di conoscere l'opinione dei diversi utenti della mediazione, al fine di analizzarli successivamente e formulare le raccomandazioni che, a giudizio del GL, sono ritenute necessarie per promuovere il ricorso alla mediazione nella risoluzione delle controversie civili e commerciali nei vari paesi oggetto di studio.

A tal fine è stata realizzata un'indagine rivolta agli utenti della mediazione; ovvero i legali interni di varie società, avvocati di studio, mediatori, giuristi, dirigenti d'azienda e professori accademici. Le domande si sono concentrate sull'uso della mediazione nei loro paesi, sui motivi per cui decidono di ricorrere o meno alla mediazione in un conflitto e sulle azioni che, a loro avviso, sarebbero necessarie per promuovere l'uso della mediazione come metodo efficace di risoluzione del conflitto. Le risposte ottenute dai sondaggi completati sono state valutate dal WG.

Amministratori del gruppo

Carlos J. Gutierrez

FASE 1
Chief Litigation Officer presso Siemens Gamesa Renewable Energy, SA

Briana canorio

FASE 2
Arbitro presso il Centro Arbitrale della Camera di Commercio di Lima
Coordinamento accademico: Carmen Hermida e Cynthia El Hindi

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.