es Español

La Nuova Organizzazione del Lavoro: siamo di fronte a un nuovo modello organizzativo?

"Riassunto della sessione sull'organizzazione del lavoro con Javier Mourelo, Adela García de Tuñón e Juan Manuel Cruz"

Lo scorso 19 ottobre il forum di gestione legale FIDE ha organizzato una nuova sessione dal titolo “La Nuova Organizzazione del Lavoro: siamo di fronte a un nuovo modello organizzativo?

Il dibattito, moderato da Javier Mourlo, People Director di RSM Spagna, Academic Advisor di Fide, ha contato sulla partecipazione come relatori di Adela Garcia de Tuñón, HR Manager presso DLA Piper, e Juan Manuel Cruz, Direttore di RRLL, PRL e Sostenibilità delle Infrastrutture di Acciona.

Nelle mostre e nel successivo dibattito è stato rivelato che una delle grandi trasformazioni, accelerata da questi due anni di pandemia, è stata la generalizzazione di un nuovo modello di relazione tra aziende e lavoratori, rompendo il classico modello del faccia a faccia, a attraverso nuove formule di lavoro flessibili e ibride. La trasformazione ha un significato enorme e di lungo periodo, visto che è stato dimostrato che questi modelli misti non hanno modificato radicalmente gli obiettivi di produttività e redditività delle aziende, eppure hanno modificato due fattori chiave dal punto di vista gestionale delle persone :

  • In primo luogo, la necessità di generare nuovi modelli e offerte di lavoro innovative per attirare i migliori talenti, soprattutto nei mercati del lavoro più stressati, visto che la possibilità di lavorare con modelli flessibili è diventata un elemento differenziale nella scelta di un datore di lavoro da parte dei migliori professionisti.
  • In secondo luogo, la difficoltà di creare una vera cultura dell'impegno, soprattutto, ma non solo, nei professionisti più giovani, nella loro fase di crescita professionale, dove la distanza genera maggiore complessità sia nei processi di apprendimento che nel legame con i team ei clienti.

Anche se in Spagna i grandi studi professionali non hanno ancora affrontato un cambiamento radicale in questa sezione e il dibattito su più stipendio contro più flessibilità è ancora molto incentrato sulla remunerazione, sarà necessario tenere d'occhio se questa tendenza si consolida in Spagna, come già sta facendo in altri paesi occidentali. Possiamo parlare del "business case" della flessibilità, poiché questo concetto è qualcosa che il nostro Talento richiede e sappiamo che dobbiamo ascoltare e fidelizza il talento

Inserendo in questo dibattito anche una parola che occupa sempre più spazio - sostenibilità - dobbiamo chiederci se la flessibilità può essere una leva per rendere le aziende più sostenibili e anche più redditizie. Nell'analisi che ognuno di noi fa, dobbiamo porci alcune domande, tra cui: Come influisce sulla mia attività?E sul servizio che offro ai miei clienti?Mi fido del mio team?Cosa ci muove? Dobbiamo mettere al centro i nostri team, insieme ai nostri clienti, sulla base di fiducia e responsabilità.

Se l'articolo è stato interessante per te,

Ti invitiamo a condividerlo sui Social Network

Twitter
LinkedIn
Facebook
E-mail

Lascia un commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.