es Español

Le leggi dei mercati e dei servizi digitali

"L'Unione Europea ha sviluppato il piano Shaping Europe's Digital Future, che cerca di trasformare l'UE per adattarla all'era digitale e preservare le libertà individuali"

La tecnologia continua a cambiare le abitudini quotidiane di tutti e trasforma la società. Per questo motivo, l'Unione Europea (UE) ha sviluppato il piano Shaping Europe's Digital Future, che cerca di trasformare l'UE per adattarsi all'era digitale e preservare le libertà individuali, e che individua tre obiettivi fondamentali: la tecnologia al servizio delle persone, un'economia equa e competitiva e una società aperta, democratica e sostenibile.

Questo progetto legale costruirà una struttura legislativa dai seguenti aspetti:

  • La protezione dei dati personali, che costituisce il diritto fondamentale più colpito dalla trasformazione digitale.
  • La economia dei dati, con l'obiettivo che tutti i dati delle aziende e degli enti pubblici servano a promuovere lo sviluppo attraverso due iniziative: (i) i legge sui dati, che promuoverà la disponibilità di dati per l'innovazione promuovendo il trasferimento altruistico dei dati, facilitandone lo scambio e la disponibilità attraverso gli spazi di dati europei comuni; e (ii) il legge sulla governance dei dati, che promuoverà il riutilizzo dei dati del settore pubblico.  
  • La intelligenza artificiale, con la proposta della Commissione Europea, nell'aprile 2021, di un regolamento per governare e bilanciare innovazione e sviluppo digitale nell'UE.
  • E, infine, il Pacchetto di servizi digitali, approvato dal Parlamento Europeo lo scorso luglio, formato dal legge sui mercati digitali, che concepisce il mercato digitale come un servizio caratterizzato da apertura e concorrenza leale, equilibra le differenze tra operatori e Legge sui servizi digitali, che cerca lo sviluppo e il corretto funzionamento di Internet come canale di comunicazione e cerca di evitare il mancato controllo dei contenuti che circolano attraverso di essa.

La legge sui mercati digitali regola l'attività delle gigantesche piattaforme Internet che chiama "portieri»: sistemi operativi, social network, mercati online, motori di ricerca o reti pubblicitarie, radicati nello Spazio Economico Europeo, con oltre 45 milioni di utenti e un fatturato di oltre 6.500 milioni di euro l'anno. I beneficiari di questa norma sono principalmente le aziende europee che cerca di bilanciare contro l'enorme influenza sul mercato dei gatekeeper.

Per raggiungere questo obiettivo, la legge sui mercati digitali impegno alla trasparenza e obbliga questi tutori a fornire ai loro utenti europei informazioni sulla loro attività, sia i professionisti (che tramite loro vendono i propri servizi), sia gli utenti finali (consumatori che li utilizzano per accedere al mercato digitale).

Per gli utenti professionali, la legge sui mercati digitali dà loro il diritto di sapere come funzionano le loro offerte e quelle del resto delle entità sulla piattaforma. In questo modo potranno scoprire e reagire alle pratiche anticoncorrenziali.

Agli utenti finali viene data la piena possibilità di richiedere al gatekeeper di fornire i dati sulla loro attività sulla piattaforma (profilo utente, cronologia di ricerca e acquisto, ecc.) a qualsiasi altra entità per il riutilizzo a fini di offerte commerciali (di solito per adattare le offerte commerciali a Il tuo profilo).

In breve, la legge dei mercati digitali priva i custodi dell'accesso alla segretezza delle informazioni ottenute nella loro attività e dei dettagli di consumo degli utenti al fine di favorire la concorrenza nei mercati digitali.

La diritto dei servizi digitali mantiene intatte le fondamenta che già definirono nell'anno 2000 la direttiva dei servizi della società dell'informazione e del commercio elettronico: la tutela che il "imprese di intermediazione" non sono obbligati a controllare, in generale, i contenuti che gestiscono e che, soddisfacendo determinate condizioni, Non rispondono per le infrazioni commesse con loro (nell'espressione classica, si tratta di non uccidere il messaggero). Le società intermediarie sono quelle che consentono il Accesso a Internet e trasmissione di informazioni su di esso, memorizzazione nella cache e hosting di dati.

Tutti i paesi sviluppati regolano queste tutele in modo molto simile, considerato un elemento chiave per lo sviluppo di Internet e dell'economia digitale, e per garantire la libertà di espressione e di informazione.

Tuttavia, le strutture per commettere reati e infrazioni su Internet hanno reso le tutele il pezzo di battaglia nella tutela dei diritti di proprietà intellettuale, nel perseguimento dei reati contro la dignità delle persone (pornografia e abusi sui minori), del terrorismo e dell'odio, o in difesa contro la disinformazione (a causa del pericolo per la salute pubblica, durante la pandemia, e per la convivenza democratica data la sua influenza sulle elezioni democratiche o la rottura della pace in alcuni territori).

La legge sui servizi digitali cerca di limitare questi rischi con nuovi obblighi di trasparenza e collaborazione per gli intermediari, ma senza pregiudicare le libertà di espressione e di informazione. Mantiene il suo impegno per le salvaguardie, già tradizionale.

Ma costituisce un cambiamento sostanziale l'imposizione alle grandi piattaforme e ai motori di ricerca di precisi obblighi di collaborazione con le autorità dell'UE nella lotta ai contenuti illegali su Internet, al fine di ottenere, secondo la legge, un un ambiente online sicuro, prevedibile e affidabile che fornisce informazioni veritiere, protegge efficacemente i diritti fondamentali e sostiene il principio della protezione dei consumatori.

Javier Aparicio

FinReg360 partner e procuratore di stato in aspettativa

Articolo originariamente pubblicato nel blog Fide nel confideufficiale

Se l'articolo è stato interessante per te,

Ti invitiamo a condividerlo sui Social Network

Twitter
LinkedIn
Facebook
E-mail

Lascia un commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.