es Español

Banche centrali e moneta digitale

Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su Facebook
Condividi via email
Condividi su whatsapp
"Il sistema finanziario sta cambiando sotto i nostri piedi".

L'ultimo intervento di Benoît Coeuré ha un grande interesse perché trasmette la visione delle banche centrali sulla rivoluzione della moneta digitale e dei sistemi di pagamento che si sta diffondendo in tutto il mondo.

Benoit Coeuré (BC). Ha un osservatorio privilegiato in quanto dirige il polo di innovazione della BRI, istituzione che sta svolgendo un ruolo chiave nel cercare di coordinare il lavoro delle banche centrali sull'accesso a tutti i cittadini della moneta digitale pubblica (CBDC)

E la visione di banche centrali È molto importante perché, finché questo argomento non sarà stato discusso nelle istituzioni democratiche, sono le uniche istituzioni che mantengono la difesa degli interessi pubblici nel dibattito su questa riforma.

Questo intervento di BC è interessante non solo per la visione che fornisce ma anche perché trasmette i "sentimenti" che le banche centrali stanno vivendo in questo momento. La sensazione in questo momento è che hanno smesso di calpestare il suolo solido:

BC: il sistema finanziario sta cambiando sotto i nostri piedi.

gli eventi si stanno svolgendo con straordinaria rapidità:

BC: Big tech sta espandendo la sua presenza nei pagamenti al dettaglio. Le stablecoin stanno bussando alla porta, cercando l'approvazione normativa. Le piattaforme finanziarie decentralizzate (DeFi) stanno sfidando l'intermediazione finanziaria tradizionale. Vengono tutti con diverse domande normative, che richiedono risposte rapide e coerenti.

 Le Banche centrali  hanno dubbi capitali su di luio cosa fare:

I nuovi attori completeranno o sostituiranno le banche commerciali? Le banche centrali dovrebbero aprire conti a questi nuovi attori e a quali condizioni normative? Di che tipo di intermediazione finanziaria abbiamo bisogno per finanziare gli investimenti e la trasformazione verde? Come dovrebbero coesistere denaro pubblico e privato in nuovi ecosistemi? Ad esempio, il denaro della banca centrale dovrebbe essere utilizzato nella DeFi anziché nelle stablecoin private?

non c'è molto tempo per trovare le risposte:

Abbiamo urgente bisogno di porci questo tipo di domande sul futuro. Questo è l'orizzonte lontano per il sistema finanziario, ma ci stiamo avvicinando sempre più rapidamente. Le banche centrali devono sapere dove vogliono andare quando intraprendono il loro viaggio nel CBDC.

Non si può più perdere tempo. È urgente rispondere a queste domande perché, Mentre si sta lavorando sulla progettazione di un CBDC quasi perfetto per il futuro, le stablecoin sono già qui, nel presente:

Il tempo è passato perché le banche centrali si mettano in moto. Dovremmo rimboccarci le maniche e accelerare il nostro lavoro sulle questioni fondamentali della progettazione CBDC. Le CBDC impiegheranno anni per essere implementate, mentre le stablecoin e le criptovalute sono già qui. Questo rende ancora più urgente iniziare.

CBDC non è tutto:

 AVANTI CRISTO: CBDC sarà parte della risposta.

E regali una buona definizione delle caratteristiche essenziali che il CBDC deve soddisfare:

 AVANTI CRISTO: Una CBDC ben progettata sarà un mezzo di pagamento e regolamento sicuro e neutrale, fungendo da piattaforma interoperabile comune attorno alla quale il nuovo ecosistema dei pagamenti può organizzarsi. Un CBDC che consente un'architettura finanziaria aperta che è completa mentre accoglie la concorrenza e l'innovazione. E mantenere il controllo democratico della valuta.

Infine c'è  un cambiamento molto importante nel messaggio alle banche. Finora sono stati rassicurati dicendo che le banche centrali aiuterebbero le banche ad evitare perdite sui depositi, ad esempio fissando una remunerazione peggiore di quella dei depositi o addirittura prevedendo limiti all'uso del denaro pubblico. Benoit Coeuré ha introdotto un cambio di tono e di contenuto molto interessante: racconta le banche che sebbene le banche centrali continueranno a occuparsi di loro, devono rendersi conto che il loro modello di business sarà messo in discussione anche dalle stablecoin e dagli altri fornitori di servizi di pagamento che contattano.consentirà di offrire i propri servizi in concorrenza con le banche:

a.C.: Il  le banche commerciali sono preoccupate per le implicazioni delle CBDC per i depositi dei clienti. Le banche centrali sono consapevoli di queste preoccupazioni e stanno lavorando per trovare risposte... Ma non commettere errori: le stablecoin globali, le piattaforme DeFi e le grandi aziende tecnologiche sfideranno i modelli di business delle banche, qualunque cosa accada.

Secondo me, Benoît Coeuré riconosce già chiaramente che è essenziale dare un ruolo a Stablecoins, Defi e Bigtech nel nuovo sistema. Per quanto riguarda le banche commerciali, c'è un cambiamento di atteggiamento, ma non basta. Ad un certo punto le banche centrali si renderanno conto che anche le banche commerciali dovranno avere un ruolo nel nuovo sistema, ma non per aiutarle a continuare a fare ciò che fanno ora.

La moneta digitale che usiamo ora (depositi nelle banche private) non soddisfa nessuna delle caratteristiche essenziali che deve soddisfare il nuovo sistema monetario e dei pagamenti. Aiutare le banche può essere giustificato, ma deve essere fatto in modo da aiutarle a competere con i nuovi fornitori e non per ostacolare o impedire la concorrenza nei servizi di pagamento, poiché questo è l'obiettivo essenziale della riforma.

Se l'articolo è stato interessante per te,

Ti invitiamo a condividerlo sui Social Network

Banche centrali e moneta digitale
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su Facebook
Facebook
Condividi via email
E-mail

Chi l'Autore

Miguel A. Fernández Ordóñez

Miguel A. Fernández Ordóñez

Economista di Stato. Ex governatore della Banca di Spagna e membro del consiglio direttivo della Banca centrale europea (BCE). Attualmente insegna Seminari sulla politica monetaria e la regolamentazione finanziaria presso IEUniversity.

Lascia un commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Altri articoli di questo autore

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.