es Español

I canali di rendicontazione come opportunità per trasformare la cultura aziendale

"Questi canali avvantaggiano tutti noi come dipendenti, datori di lavoro e società. In effetti, possono diventare una straordinaria leva di cambiamento nell'ambiente aziendale sia a livello locale che internazionale"

Direttiva 2019/1937 dell'Unione Europea 'Whistleblowing' ha messo sul tavolo l'obbligo da parte delle aziende private con 50 o più dipendenti, e di molti enti pubblici, di disporre di un efficace canale di denuncia che garantisca i diritti delle persone che segnalano una possibile infrazione. Le normative europee vengono a costituirsi come un ombrello per fornire protezione ai potenziali informatori, prendendo come bandiera e caposaldo ilfidenita di questi.

Nel nostro Paese il Governo ha approvato, lo scorso 4 marzo, il Progetto Preliminare di Legge che disciplina la tutela delle persone che segnalano violazioni normative e la lotta alla corruzione. Questa nuova legge sanzionerà chi si vendicherà contro il denunciante, l'importo può arrivare fino a un milione di euro.

Il motivo principale per regolamentare questo tema è che, senza un'adeguata protezione e sistemi per gli informatori, le aziende perdono la capacità di rilevare precocemente quando un dipendente nota che qualcosa non va nella tua organizzazione.

Un buon test acido per sapere a fondo se un'azienda ha a efficace programma di denuncia delle irregolarità, e quindi una cultura radicata, è se tratta tutti i reclami vigorosamente e ritiene necessario indagarli. Non dovrebbe essere il caso che le aziende scelgano quali affrontare o quali prendere sul serio, ad esempio, in base a criteri come l'anzianità dei dipendenti, la posizione, la giurisdizione, ecc.

Se il programma di un'azienda aiuta a identificare i problemi in anticipo, è probabile che posizioni meglio l'azienda per affrontare potenziali problemi prima che diventino un ostacolo o una minaccia importante per l'azienda. Nello stesso modo, l'anonimato non dovrebbe influenzare la serietà con cui un'organizzazione dovrebbe affrontare la risoluzione di un informatore.

Uno degli aspetti decisivi è che l'azienda assicuri al dipendente che non subirà ritorsioni per aver partecipato al processo. I dipendenti devono essere protetti dalle minacce, poiché l'esperienza ci insegna che, in molte occasioni, la risposta naturale potrebbe essere quella di andare contro il modo in cui il dipendente ha gestito la situazione.

Se le organizzazioni rimangono in dubbio sull'importanza di un efficace programma di whistleblowing e sulle conseguenze del mancato inserimento di questi programmi nella cultura dell'organizzazione, devono solo guardarsi intorno e vedere i recenti scandali sulla stampa, in cui le preoccupazioni storiche del dipendente dell'informatore non sono stati gestiti correttamente. Anche nei casi peggiori, l'alta dirigenza adotta misure per reprimere, nascondere o minimizzare le accuse mosse dall'informatore. Dovuto, la società potrebbe subire un significativo danno economico e reputazionale, che si verifica quando non esiste un programma di segnalazione efficace e c'è una cultura della paura all'interno dell'organizzazione.

E, sempre più, le aziende, spinte anche dai regolatori, sono consapevoli della sua importanza. Secondo l'ultimo rapporto, 2022 ACFE Report to the Nations, dell'Association of Certified Fraud Examiners (ACFE), che ogni due anni effettua una radiografia dettagliata delle frodi nelle aziende di tutto il mondo, il 70% delle aziende analizzate aveva già canali di denuncia, quando nel 2012 la percentuale era del 54%.

Principali vantaggi dei canali di segnalazione

Indubbiamente, il principale vantaggio di questa legge è che il canale dei reclami permette di gestire in sicurezza i reclami ricevuti, garantendofidecialità dei dati e persino anonimato, e impedire l'accesso a personale non autorizzato. è circa creare un ambiente favorevole per la segnalazione delle violazioni. Stabilire un canale di comunicazione sicuro e affidabile rappresenta uno degli strumenti più efficaci per prevenire comportamenti scorretti e rilevare le violazioni in un'organizzazione.

Infatti, grazie a questo canale confideInizialmente e protocolli sviluppati a tal fine, viene creato un ambiente di lavoro in cui i dipendenti sentono di poter segnalare comportamenti scorretti senza preoccuparsi delle conseguenze sulla carriera, favorendo così la comunicazione e la fiducia.

Un'altra sfida è il prevenzione delle molestie sessuali o di genere. È importante chiarire che, sia in questo caso che in altri, questo canale non sostituisce i tribunali, ma il canale "whistleblowing" aiuta a prevenire e canalizzare denunce o reclami che i lavoratori possono presentare a causa di situazioni di molestie sessuali o molestie sessuali a causa del sesso. Si tratta di comportamenti che ledono la dignità e il lato più intimo delle persone e, ancora, lafideLa cittadinanza e la possibilità dell'anonimato sono armi potenti.

In terzo luogo, alcuni studi condotti da organizzazioni internazionali hanno dimostrato che la creazione di canali di segnalazione sicuri e affidabili è una risorsa essenziale per prevenzione delle frodi e del suo possibile impatto sulla società in generale. I dipendenti sono spesso le prime persone a venire a conoscenza di minacce o danni all'interesse pubblico che emergono in determinate aree di business e, segnalandole, svolgono un'importante funzione sociale.

Infine, non possiamo dimenticare che tuUn canale di segnalazione fornisce e incoraggia le buone pratiche commerciali. Se un lavoratore vede condotta o azioni sospette che possono comportare un'infrazione legale, compromettere la salute o la sicurezza o violare codici etici o regolamenti aziendali interni, puoi comunicarlo attraverso il canale dei reclami e far cessare la situazione.

In definitiva, questi canali avvantaggiano tutti noi come dipendenti, datori di lavoro e società. Possono infatti diventare una straordinaria leva di cambiamento in ambito aziendale, sia a livello locale che internazionale.

Juan Garcia Perez de la Blanca

Direttore FTI Consulting

Fernando Mirgone

Senior Director FTI Consulting

Se l'articolo è stato interessante per te,

Ti invitiamo a condividerlo sui Social Network

Twitter
LinkedIn
Facebook
E-mail

Lascia un commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.