es Español

il cinema cade FIDE

"“Autunno del cinema in FIDE” programma quattro sessioni di approfondimento che uniscono lo studio stilistico di alcune delle migliori opere del cinema nazionale e internazionale di tutti i tempi e il loro legame con il mondo del Diritto”

Non diciamo nulla di nuovo quando affermiamo la grande importanza storica del cinema nel nostro tempo. Fin dalla sua comparsa alla fine dell'XNUMX ha segnato il modus essendi della cultura contemporanea. Il cinema è un potente mezzo di comunicazione sociale per la sua gigantesca capacità di trasmettere efficacemente idee e messaggi, e di impiantare modelli di comportamento, capaci di raggiungere grandi folle di persone in tutto il mondo. 

a FIDE, il giurista e il giurista non possono restarne ignari, anche se, in linea di principio, può sembrare che il cinema abbia poco a che vedere con il proprio lavoro teorico e pratico, incentrato soprattutto sulla normativa vigente o, al massimo, nella problemi storici e filosofici che lo accompagnano. Si tratta quindi di contemplare il giuridico come fenomeno culturale, in questo caso, come oggetto che può essere considerato in relazione a quell'altra grande manifestazione culturale che è il Cinema.

da quando abbiamo iniziato questo forum, abbiamo così cercato di capire il modo in cui i fenomeni legali sono riferiti al mezzo cinematografico, trarre conclusioni sulle idee da un mezzo di comunicazione socialmente potente come il Cinema.

"il cinema cade FIDE" programma quattro sessioni di approfondimento che uniscono lo studio stilistico di alcune delle migliori opere del cinema nazionale e internazionale di tutti i tempi e il loro legame con il mondo del Diritto:

  • Settembre: "Belle de Jour" (1967) di Luis Buñuel
  • Ottobre: ​​“Sea Inside” (2004) di Alejandro Amenábar
  • Novembre: "Tempi moderni" (1936) di Charles Chaplin
  • Dicembre: "Psycho" (1960) di Alfred Hitchcock 

In "Belle de Jour" verranno affrontati temi di attualità come la prostituzione, la criminalità e la religione con l'obiettivo di cercare di comprendere la complessità dell'essere umano e della società in cui è integrato. In "The Sea Inside", tutti riconosciamo la storia di Ramón Sampedro, il tetraplegico galiziano che ha messo sul tavolo il dibattito sull'eutanasia a spese della propria esperienza di vita. In "Tempi moderni" è una satira drammatica sulla disumanizzazione delle filiere produttive in un momento storico in cui prevale il capitalismo economico, oltre a una riflessione sui diritti e doveri dei lavoratori. E "Psycho" è un'opera d'arte duratura, il terrore nella sua forma più pura, basato su disturbi dell'identità e traumi familiari che portano inesorabilmente al crimine.

Entra, siediti e guarda. Il film inizia.

Se l'articolo è stato interessante per te,

Ti invitiamo a condividerlo sui Social Network

Twitter
LinkedIn
Facebook
E-mail

Lascia un commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.