es Español

Problemi di notifica Lexnet

"Scadenze, trasferimento di copie, errori e correzioni. La tua responsabilità derivata."

Su 9 per febbraioAll'interno Forum del processo civile: Applicazione pratica del diritto processuale, la sessione si è svolta "Problemi di notifica Lexnet: scadenze, trasferimento di copie, errori e correzioni. La tua responsabilità derivata", in cui i relatori Ignacio Lopez Chocarro, –Avvocato dei Tribunali, managing partner di Anzizu-Lopez & Castellanos. In precedenza, Decano del Collegio dei Procuratori di Barcellona e Presidente del Consiglio dei Collegi Procuratori dei Tribunali della Catalogna- e Cristina Seivane Terán –Avvocato dell'Amministrazione della Giustizia-, identificare le sfide in questa materia. moderato la sessione Miguel Guerra Perez, presidente della Sezione Procedurale dell'Ordine degli Avvocati di Madrid. Direttore della Rivista del Processo Civile di Sepín. Professore Associato di Diritto Processuale presso l'Università Carlos III di Madrid, Consulente Accademico di Fide e condirettore del Civil Process Forum of Fide. 

Ignacio Lopez Chocarroha commentato la differenza tra iniziando gli scritti, in cui, se un documento non viene caricato al momento della presentazione del reclamo, ci troveremmo di fronte a un errore materiale e rimediabile. Il giudice deve constatare l'errore e consentirne la correzione, altrimenti l'art. 231 Codice di Procedura Civile (di seguito “LEC”). Come afferma la Corte Costituzionale (di seguito “TC”), le nuove tecnologie nelle comunicazioni processuali non sono fine a se stesse ma uno strumento (Sentenza 55/2019 del 6 maggio); e il scritti procedurali dove molti interrogativi si generano intorno all'applicazione dell'art. 135 LEC. Per risolvere l'applicazione dell'art. 135 LEC e poter così coordinare l'art. 5 CC con l'art. 133 LEC, il relatore ritiene che vada aggiunto alla fine dell'art. 135 LEC “che le sezioni quarta e quinta dell'art. 135 LEC sarà ugualmente applicabile a quei termini sostanziali da cui dipende l'avvio di una determinata azione dinanzi ai giudici. 

Mancanza di trasferimento di copie è irrimediabile con le sfumature stabilite dalla giurisprudenza della Suprema Corte (Sentenza del 15.06.2018) e del TC (Sentenza TC 107/2005 del 9 maggio). La rettifica dell'art. 231 LEC è per gli atti viziati, non per quelli omessi.

Ha anche affrontato la questione se sia necessario trasferire copie in occasione della prima comparizione in tribunale, a cui ha fatto riferimento all'ordinanza del Tribunale provinciale della Cantabria del 01.07.202, in cui cita testualmente: «dove il precetto non distingue -né nel titolo, né nel contenuto- non ci distingueremo». A sua volta si è concluso che il trasferimento delle copie non implica l'apertura di termini in quanto, tra l'altro, non rientra negli atti di comunicazione di cui all'art. 149 LEC. Vi sono ragioni per giustificare l'esenzione dal trasferimento di copie. 

Circa il sistema informatico si arresta in modo anomalo, l'arte. 135.2 LEC stabilisce che il documento che non è stato possibile presentare possa essere presentato il giorno lavorativo successivo con la giustificazione del guasto del sistema. Il problema: la giustificazione è sempre in ritardo. Le disposizioni impartite dalle Corti Superiori di Giustizia hanno risolto questi problemi. 

Per quanto riguarda notifiche, in particolare il computo dei termini, ha affermato che molti organi giudiziari dimenticano l'ultima frase dell'art. 151.2 LEC che indica che tutte le comunicazioni inviate dopo le ore 15:00 si considerano effettuate il giorno successivo. 

Inoltre, Cristina Seivane Teran, ha rivisto il regolamento sul computo del termine, soffermandosi sui casi in cui possa verificarsi l'interruzione dei termini per causa di forza maggiore. Di presentazione di memorie tramite Lexnet, nel caso dei documenti di avvio, deve essere presentata la prova della capacità in eccesso, se applicabile (può essere rettificata in 5 giorni). Se nella causa sono previste misure cautelari, se ne deve sempre ricordare l'urgenza. In caso di trasmissione telematica dell'atto apud si ricorda che possono essere svolti dagli avvocati e in tal caso devono presentare l'espressa autorizzazione della persona che consente loro di effettuare la registrazione elettronica apud in formato PDF. Nel atti di esecuzione, è importante identificare sempre che si tratta di una lettera di avvio dell'esecuzione e non di una semplice procedura. Nel scritti procedurali, è importante ricordare se sia o meno di natura urgente, e se è necessario chiamare il tribunale per renderla nota. 

Quanto a atti di comunicazione rinvia, ha precisato che questi possono essere effettuati dagli avvocati, ma devono indicarlo nella domanda. Può essere fatto anche in un secondo momento tramite la scritta corrispondente. Ritiene che attraverso gli avvocati sia più facile. In merito alle modalità di effettuazione delle comunicazioni, richiama la giurisprudenza del TC che ricorda che la prima comunicazione/convocazione al convenuto non poteva essere effettuata tramite posta elettronica. 

Noi di Fide, cerchiamo di commentare e dibattere gli ultimi sviluppi legislativi e giurisprudenziali e le conseguenze che essi comportano. Ecco perché vi invitiamo a vedere il nostro Foros di dibattito, in particolare il forum di processo civile: applicazione pratica del diritto processuale, diretto da Antonio Hernandez Vergara, Immagine segnaposto Luis Sanz Acosta y Miguel Guerra Perez; e se non vuoi perderti le prossime attività di questo o degli altri forum di Fide Ti consigliamo di iscriverti La zonaFide.  

Sintesi preparata da:

Francisco Garcia Aznar

Avvocato di J. Almoguera Lawyers

Se l'articolo è stato interessante per te,

Ti invitiamo a condividerlo sui Social Network

Twitter
LinkedIn
Facebook
E-mail

Lascia un commento

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati dei tuoi commenti.

Contatti

Compila il modulo e qualcuno del nostro team ti contatterà a breve.